Infrazioni a REL regular


Immagina di essere un venerdì sera al tuo negozio di giochi e di sederti per giocare un incontro. Non ci si aspetta che tu conosca ogni regola o che giochi perfettamente. Se commetti un errore il tuo amico ti farà probabilmente tornare indietro. Se vai in un altro negozio non ti preoccupi che una carta rivelata accidentalmente venga sistemata in maniera diversa; non è una cosa così importante e vuoi semplicemente divertirti.

Immagina adesso di sederti per giocare le finali di un Pro Tour. Hai studiato per mesi, e sei preparato e pronto per vincere. Devi essere totalmente consapevole della situazione di gioco, visto che ciò è parte di quello che viene messo alla prova ad un livello così alto. Devi sapere che se accade un errore questo sarà gestito con correttezza, e che l’aiuto del judge non avrà effetto sul resto della partita o sul risultato finale. Un arbitro di cattivo umore non può costarti la partita!

Questi due differenti scenari sono il motivo per cui abbiamo differenti “Rules Enforcement Levels” (REL). Magic ha tre REL, che si applicano agli eventi sanzionati e anche alla maggior parte degli eventi non sanzionati, e che in ordine, dal meno competitivo al più competitivo, sono: Amatoriale, Agonistico e Professionistico. Ciascuno di essi definisce cosa dovrebbe accadere quando una regola viene infranta (Es. dimenticare di pagare un costo di mantenimento), quando avviene un errore umano (Es. pescare una carta addizionale) o quando un giocatore presenta una condotta antisportiva (Es. barare, molestare, essere maleducati).

La maggior parte degli eventi sanzionati è gestita a REL Amatoriale, e pertanto molti arbitri dovranno essere in possesso solamente della conoscenza e delle abilità richieste per lavorare a questi eventi. In particolare, Friday Night Magic (FNM), Prerelease and Game Day sono sempre gestiti a REL Amatoriale. Pertanto la conoscenza delle regole inerenti eventi gestiti a REL Competitivo o Professionale (contenute nelle IPG e trattate di seguito) non è oggetto d'esame fino al livello 2.

JAR e le IPG

Ci sono due documenti che definiscono le procedure che devono essere usate per gli eventi gestiti a Rel Amatoriale o per gli eventi gestiti ad altri REL:

Il JAR (Judging at Regular REL - Arbitrare a REl Amatoriale) definisce la filosofia di ciò che dovrebbe essere fatto quando sono infrante le regole in tornei gestiti a REL Amatoriale. Questo è il documento che i candidati L1 devono conoscere. È scritto per essere semplice e non riporta specifiche soluzioni per ogni problema, ma definisce una filosofia che indica ciò a cui dovremmo mirare quando sistemiamo un problema.

Le IPG (Infraction Procedure Guide - Guida alle Procedure per le Infrazioni) definiscono le procedure applicate ad eventi gestiti a REL CAgonistico e Professionistico. Questo documento è più complesso, ed è concepito per essere molto più esaustivo riguardo a cosa deve essere fatto quando viene infranta una regola. Si concentra sia sulla filosofia che sui rimedi da applicare.

Errori comuni

Gli errori comuni sorgono quando i giocatori infrangono inconsapevolmente le regole del gioco. Giocatori che si dimenticano di pescare o che accidentalmente pescano più di una carta, giocatori che usano il mana sbagliato per lanciare una magia, o che si dimenticano di un’abilità innescata: tutti Errori comuni. Sono fornite filosofie specifiche per spiegare cosa dovresti fare, anche se la regola generale è di sistemare le cose al meglio possibile, tenendo in considerazione che le decisioni arbitrali non devono punire i giocatori — come ad esempio lasciare le terre tappate ai giocatori se non potevano lanciare una magia, o facendo loro rimettere sul grimorio più carte di quelle che avevano erroneamente pescato. In ogni caso lo scopo è quello di insegnare ai giocatori il giusto modo di fare le cose, eseguire ogni azione correttiva per ricondurre la partita ad una situazione il più corretta possibile e permettere all’incontro di procedere.

Comportamenti scorretti

I comportamenti scorretti sono esattamente ciò che è scritto, ossia cose che non vogliamo che le persone facciano, ma che non sono problemi seri (in caso lo fossero, leggete più sotto). Nel risolvere queste situazioni l’attenzione va posta ad educare i giocatori, e spesso il problema può essere risolto con una semplice chiacchierata riguardo al comportamento tenuto. Esempi di questa categoria: arrivare in ritardo all’inizio di una partita o chiedere/fornire un aiuto strategico durante un incontro.

Problemi seri

I problemi seri riguardano quei comportamenti che sono ritenuti una minaccia per altri giocatori o per l’integrità del torneo. Rientrano in questa categoria barare, corrompere o avere comportamenti violenti. Questi comportamenti sono gestiti attraverso la squalifica, che spesso viene accompagnata dall’allontanamento dal negozio o dalla sede dell’evento (anche se quest’ultima decisione è a discrezione solo dell'organizzatore, non dell’arbitro presente).






En.png
English
It.png
Italian
Fr.png
French
Es.png
Spanish
Pt.png
Portuguese
Ru.png
Russian